Lifting temporale
Quest’intervento spesso si combina con la blefaroplastica superiore e...
Il lifting temporale è il procedimento ideale per chi nota segni d’invecchiamento nella regione perioculare esterna dei propri occhi e delle proprie sopracciglia: il cedimento dell’estremità esterna delle sopracciglia, le zampe di gallina, ecc. Si sente spesso dire: “I miei occhi erano così belli! E invece ora sembrano così piccoli e chiusi…”. Ecco perché quest’intervento viene sovente abbinato alla blefaroplastica superiore e inferiore. 

Procedura


L’intervento in sé dura 1 ora. Se isolato, può essere svolto in anestesia locale. Se, invece, viene combinato con altri interventi, va eseguito in anestesia generale. Se si svolge in anestesia generale, va preceduto da tutta una serie di esami di laboratorio: esame completo del sangue, test biochimici e di coagulazione; esame delle urine, ECG e visita internistica se necessaria, il che dipende dall’anamnesi del paziente. Come per ogni operazione chirurgica, 6 ore prima dell’intervento occorre astenersi dal mangiare e dal bere. L’incisione viene praticata là dove inizia il cuoio capelluto, in modo tale che, una volta rimossi i punti di sutura, la cicatrice venga completamente coperta dai capelli risultando quasi del tutto invisibile. 

Decorso postoperatorio


I cerotti e i punti di sutura vanno rimossi dopo 7 giorni. Profilassi postoperatoria di routine: antibiotici e analgesici. Si consiglia di evitare l’esposizione al sole e al calore e l’ingestione di alimenti e bevande caldi per prevenire il gonfiore postoperatorio e essere in grado di ritornare alle normali attività quotidiane dopo soli pochi giorni dall’intervento.
 
Disclaimer: i risultati dei trattamenti sono individuali, ossia possono variare da caso a caso e dipendono dallo stato di salute del paziente e dalla sua predisposizione anatomica.